Skip to content
Me Giampiero Abate

Io, Giampiero Abate

Giampiero Abate profilo 1

Biografia

Giampiero Abate (Roma, 1970) è un pittore figurativo italiano che si ispira al surrealismo e alla metafisica, ricercando atmosfere e cromie intense e la cui produzione si contamina di mezzi tecnologici, come la Realtà Aumentata e la stampa 3D.
Autodidatta, predilige la pittura con l’aerografo, anche se alcune opere spaziano con altri strumenti e tecniche tradizionali, inserendo nel processo creativo la progettazione con software 3D.
La sua esperienza lo porta ad un lungo periodo di insegnamento (1998-2018) in scuole e associazioni, proseguendo con tutorial e lezioni online.
L’utilizzo di software 3D gli permettono di creare le figure e le ambientazioni delle sue opere per sfociare nella sua prima mostra personale dedicata a questo metodo: Ultrareale.

Il lavoro di Abate è stato esposto a livello internazionale in importanti musei e spazi istituzionali tra cui ricordiamo:
Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia – Roma
Museo Marino Marini – Firenze
Biblioteca Centrale Nazionale – Roma
M.A.C.RO. Testaccio “La Pelanda” – Roma
Museo MAGMMA – Villacidro (VS)
Palazzo Ferdinando di Savoia – Roma
Basilica S. Giovanni Maggiore –  Napoli
Basilica Sant’Arcangelo Michele – Monte Sant’Angelo (FG)

Nel 2020 il suo dipinto “Congiunzione Temporale” è entrato a far parte della Collezione Permanente del Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia in Roma
Nel 2021 il suo dipinto “Antropomachia” è entrato a far parte della Collezione Permanente del MAGMMA (Museo d’Arte Grafica del Mediterraneo Marchionni)

Statement

Sono un artista, un lettore, un navigatore, una persona curiosa, un amante della natura, della scienza e dei viaggi.
Il mio percorso artistico nasce dopo un terribile incidente d’auto quando avevo 26 anni: allora ero un Agente di Polizia e, per un intervento in pattuglia, ho avuto uno scontro frontale con un’altra vettura guidata da due autori di omicidio. L’incidente ha cambiato la mia vita.
Lasciando definitivamente la Polizia ho lottato contro i miei traumi: mi sono immerso nello studio dell’Arte e della pittura, dandomi una seconda chance. In questo caso posso tranquillamente dire che sono nato altre due volte: quando mi hanno salvato la vita in ospedale e quando ho scelto l’Arte come ragione di vita.
Non ho avuto formazione scolastica nelle discipline artistiche e ho imparato da autodidatta, studiando molto le tecniche e la storia dell’arte. Lo faccio tutt’ora.

Ho scelto di esprimermi con la figurazione affinché lo spettatore possa identificarsi e si senta più coinvolto, ma la particolarità del mio stile è nell’utilizzo soggetti verosimili creati con il 3D: chi osserva con attenzione si accorge che c’è un qualcosa di diverso, di Ultrareale.

I personaggi assumono atteggiamenti ambigui, non definiti: si dividono o uniscono, entrano o escono, si avvicinano o si allontanano. È un continuo balletto che dà vita alla scena stessa e fa porre delle domande all’osservatore. In questo modo raggiungo il mio obiettivo ovvero avvicino lo spettatore al quadro incuriosendolo.

Ad esempio, nel dipinto “Nucleo Fuso”, che vede due personaggi ultrareali contrapposti quasi fusi tra loro, non è appositamente esplicitato se si stanno separando o riavvicinando tra loro. È qui che lo spettatore si chiede cosa sta succedendo e nasce la sua comunicazione con il dipinto. In genere la risposta è sempre molto personale e dettata dal suo stato d’animo.

Essendo appassionato di scienza, fisica e astronomia, nelle mie opere inserisco le geometrie che hanno le stesse caratteristiche delle leggi matematiche e le ambientazioni sono spazi infiniti, indefiniti. Il distacco con una realtà riconoscibile fa concentrare lo spettatore ancora di più sul senso/non-senso dell’azione dei personaggi.

La tecnica che uso per la realizzazione di gran parte dei miei quadri è l’Aerografo. È uno strumento molto complesso da usare, ma l’ho scelto perché mi permette di avere un’alta definizione, che si avvicina all’iperrealismo, usando però i colori acrilici, più versatili e veloci dei colori a olio.

La mia produzione verrà presto ampliata da sculture realizzate con stampe 3D, modificate e dipinte a mano. È da diverso tempo, infatti, che sto studiando la Realtà Aumentata e Virtuale applicata ai miei dipinti per creare un’immersione totale dello spettatore. In questo modo riuscirò maggiormente a coinvolgerlo con l’emozione.


MOSTRE PERSONALI

2019
ULTRAREALE a cura di Alessandra Redaelli – Margutta Home (Roma)
LA PRETESA DELLA LIBERTA’ – Galleria Cabaret Voltaire – Roma
2012
ARTE[R] EGO, L’OPERA D’Arte VISTA COME L’ALTER EGO DEL SUO ARTEFICE – 900Lab – Roma

2011
ANIME D’ITALIA –  M.A.C.RO. Testaccio “La Pelanda” – Roma in occasione dell’evento Uni(ci)tà d’Italia.

PREMI E RICONOSCIMENTI

Tra i più recenti:

2020
– Vincitore del Premio speciale Mostre Itineranti del Premio Marchionni 2020
– Selezione speciale “Venti Artisti per Goya” Museo MAGMMA – Villacidro (SU) – Italia

2019
Finalista al LXIII Premio Cascella 2019
Finalista al Premio Marchionni & Rosso Passione 2019
Finalista Premio “Rospigliosi Art Prize 2019”
Finalista Premio “Adrenalina 5.0 – Eros & Thanatos”

TESTI CRITICI

Hanno scritto di lui della sua produzione artistica: Cecilia Paolini, Anna Maria Izzo, Roberta Di Chiara, Alessandra Redaelli.

PUBBLICAZIONI

2019 – Catalogo Mostra “Ultrareale” a cura di Alessandra Redaelli
2019 – Catalogo mostra “Ex Voto – per Arte Ricevuta” a cura di Angelo Crespi
2019 – Catalogo mostra “Splash!” a cura di Giorgio di Genova
2019 – Catalogo Premio Basilio Cascella
2018Pubblicazione su Guida de Arte Leonardo (Spagna)
2016 – Pubblicazione su Airbrush Step by Step 05/16 pag. 35/38
2013 – Pubblicazione sulla rivista Expoart numero 20 di ottobre 2013 (pag. 73)
2010 – Pubblicazione sulla rivista EIKON numero di marzo/aprile (pag. 24)
2010 – Catalogo mostra “L’Aquila non si muove” presso il Palazzo Ferdinando di Savoia di Roma.
2010 – Annuario d’Arte Contemporanea 2010 edito da Acca Edizioni.

Le sue opere sono state pubblicate su importanti riviste di settore italiane ed estere
Attualmente vive e lavora a Roma

MOSTRE COLLETTIVE

tra le quali:

2020
Mostra dei Finalisti “Premio Marchionni” – Museo MAGMMA – Villacidro (VS)
SILENZIO – OnArt Gallery FIRENZE – 11-23/7/2020

2019
EX VOTO – PER ARTE RICEVUTA a cura di Angelo Crespi – GrandArt Milano e Museo Marino Marini di Firenze – Catalogo stampato Mondadori
CORRISPONDENZE a cura di Alessandra Redaelli – Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia Roma – Catalogo stampato Arts in Rome

2013
CULTURA+LEGALITA’=LIBERTA’, L’ARTE CONTRO LE MAFIE –  a cura di Roberta Di Chiara – Basilica Sant’Arcangelo Michele a Monte Sant’Angelo (FG) – Catalogo stampato

2012
CULTURA+LEGALITA’=LIBERTA’, L’ARTE CONTRO LE MAFIE –  a cura di Roberta Di Chiara – Basilica S. Giovanni Maggiore a Napoli
CULTURA+LEGALITA’=LIBERTA’, L’ARTE CONTRO LE MAFIE –  a cura di Roberta Di Chiara – Biblioteca Centrale Nazionale di Roma – Catalogo stampato

2011
L’ARTE NON E’ COSA NOSTRA curata da Vittorio Sgarbi –  Evento di chiusura Biennale di Venezia – Padiglione Italia – Sala Nervi del Palazzo delle Esposizioni – Torino – 2011 – catalogo stampato

2010
L’AQUILA NON SI MUOVE – a cura di Cecili Paolini – Palazzo Ferdinando di Savoia di Roma – catalogo stampato

2010
AD MAIORA – a cura di Giampiero Abate – Palazzo Ferdinando di Savoia – Roma

Gallerie di riferimento

Roma – GALLERIA SPAZIO CIMA
Online – SINGULART
Online – SAATCHI ART.COM
Online – ARTSY.NET

Scarica in formato PDF

Download PDF

Scarica in formato PDF

Download PDF