Modigliani, Soutine e gli artisti maledetti a Roma